Carmelo Palella

12189039_112194999141368_3934502304443148632_n

Carmelo Antonino Palella, nasce in quel di Santa Teresa di Riva, ridente cittadina costiera del messinese, poco più a nord di Taormina, il 5 giugno 1948; dal 1990 vive nella Città di Terracina.
La sua formazione, in contemporanea con alcune importanti ed attive esperienze nel campo della fotografia, della pallavolo, della musica e del teatro, è stata completata nella città di Messina dove si laurea in Materie Letterarie il 15.12.1973.
Dopo l’abilitazione ha svolto attività di Docente in diverse Provincie d’Italia e, nel 1987, dopo aver vinto un Concorso Nazionale per Presidi, ha condotto per più anni Istituti di vari gradi nelle Provincie di Pavia, Roma e Latina dove ha concluso la sua carriera nel 2013, presso il Liceo “L. da Vinci” di Terracina, per andare in pensione.
Si è dedicato una intensa attività sindacale per quasi 20 anni, con incarichi a diversi livelli, e per oltre 10 anni è stato protagonista di una importante esperienza nel campo della Progettazione Europea che ha portato circa 2.500 giovani della Provincia di Latina a fare esperienza di stage in tutti i Paesi Europei; ha fatto, negli anni, attività di formazione in molte Provincie italiane (Brescia, Pavia, Roma, Latina, Frosinone, Livorno, Chieti, Campobasso, Potenza, S. Benedetto del Tronto, Benevento) e ha collaborato con le Università di Tor Vergata, S. Orsola Benincasa e con Organizzazioni private come COEUR e Dir3000.
A tutt’oggi si dedica all’attività degli scambi culturali che riguardano i giovani degli Istituti Superiori di Terracina con la Città di Sergiev Posad, vicino Mosca.
Si dedica all’attività editoriale promuovendo e collaborando, sotto varie forme, alla pubblicazione di testi quali “Terracina, dallo Stato Pontificio al Regno d’Italia” (2005), “Terracina in età liberale” (2009), “La memoria archiviata” (2010), “Terracina, sulle tracce di Dioniso” (2010), “Terre di confine” (2012), “Il canale linea Pio VI” (2013), “Uno sguardo al passato” (2014), “Terra di Paludi” (2017); è autore ed ha pubblicato: “70 primavere” (2011), “Il primo e l’ultimo” (2012), “Mozart a Terracina” (2016).
Si interessa della scrittura di testi teatrali ed attualmente è impegnato nella stesura di testi quali “Sperlonga ed il suo Museo”, “Per cielo, per terra e per mare”, “Dalla Russia con dolore”, “Mozart e le donne”.
Altre informazioni si possono ricavare sul blog: http://lepilloledicarpal.altervista.org